Obiezione di coscienza alla sperimentazione animale

Ai sensi della Legge 12 ottobre 1993, n. 413, relativa alle "Norme sull’obiezione di coscienza alla sperimentazione animale", gli studenti ed i lavoratori che svolgono la loro attività presso l’Università degli Studi di Padova possono avvalersi del diritto ad esercitare l'obiezione di coscienza, al fine di essere esonerati dalle attività di laboratorio che richiedono la sperimentazione animale.

Gli studenti ed i lavoratori interessati ad esercitare l’obiezione di coscienza alla sperimentazione animale devono compilare il modulo predisposto dall’Ateneo.

Il modulo predisposto va quindi presentato in duplice copia al docente referente per l’attività didattica coinvolta (insegnamento, tesi di laurea/dottorato/specializzazione, ricerca). Delle due copie, una sarà trattenuta mentre l'altra, timbrata e/o controfirmata, verrà restituita all'obiettore.

In caso di obiezione di coscienza, lo sviluppo di insegnamenti/tesi dovrà essere valutato preventivamente con il docente, al fine di verificare la compatibilità dell’esercizio di obiezione di coscienza con gli obiettivi formativi delle attività didattiche.